No, Non ti Serve il mio Numero ( parte 2 )

Persona a Caso: “Ho bisogno di farti una domanda. Possiamo sentirci 10 minuti al telefono?

Io: “No, al momento ho altri impegni

P.C.: “Ma dai, 10 minuti. Giuro che faccio alla svelta

Io: “La risposta rimane comunque no

P.C.: “10 minuti. Ma che ti costa?

Io: “

P.C.: “Va beh dai, lasciami il tuo numero, così magari ci sentiamo più tardi quando hai più tempo…

Io: “No. Ciao.

Rimpiango i bei tempi passati in cui le persone potevano comunicare solo tramite piccione viaggiatore. O segnali di fumo. O viaggiando per giorni, rischiando la vita, per attraversare una giungla. Bei tempi…

Adesso abbiamo il telefono. Uno strumento creato dal Demonio per rendere ancora più insopportabili le persone.

Meno una persona è raggiungibile, più ha valore e più riesce ad ottenere risultati. Più sei raggiungibile più diventi vittima della mancanza di focus degli altri. E più butti via la tua vita, perché dai più valore al tempo degli altri che al tuo. Per non parlare dello stress1)e della rottura di coglioni di ricevere telefonate la notte o mentre ti rilassi.

Io sono difficile da raggiungere telefonicamente. Do il mio numero a pochissime persone. E, quelle poche, sanno che guardo il telefono solo quando ho tempo e voglia. E, se qualcuno ottiene il mio numero senza il mio permesso, viene immediatamente bloccato.

Perché tutto ciò?

  1. quando una persona mi dice “solo 10 minuti“, so benissimo che non sono MAI 10 minuti ( il registro chiamate lo dimostra ), ma sono molti di più
  2. far perdere tempo a una persona è una grandissima mancanza di rispetto ( soprattutto se, il tempo in questione, è il mio )
  3. raramente una persona ha il dono della sintesi ( requisito fondamentale per avere una telefonata con me )
  4. se faccio un’eccezione per una persona, solo perché mi chiede di fare un’eccezione, allora devo fare un’eccezione per tutti
  5. le persone che vogliono il mio numero sono in genere persone che “vogliono solo farmi qualche domanda” ( ma son troppo pigre per arrangiarsi e usare Google ). Ma, soprattutto, sono persone che si aspettano che io dica di si perché… perché… perché… giusto, perché se lo aspettano?

Se vuoi telefonarmi, devo guadagnarci qualcosa. Parti sempre dal presupposto che il mio tempo è più prezioso del tuo ( perché è il mio tempo ). Il tempo che passo al telefono con te deve essere un investimento, non uno spreco.

In alternativa puoi contattarmi seguendo le mie istruzioni. Alle email rispondo sempre entro qualche giorno e nelle modalità che ho scritto.

p.s. a rileggere questo articolo mi sento un po’ l’imperatore di turno. Solo quando m’aggrada sono disposto ad offrire un’udienza. Ho sempre detto di essere un megalomane…

Note   [ + ]

1. e della rottura di coglioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *