3 Chiavi per Creare Vera Innovazione nella tua Attività

Il linguaggio manageriale è sempre molto ampolloso. Si usano termini strani, spesso rubati all’Inglese, per suonare professionali. Ma di tutte queste parole, una viene sempre tirata fuori ( spesso a casaccio ): Vera Innovazione. E’ uno di quei temi sempreverdi che fanno felici gli imprenditori e che fanno sentire superiori i manager.

Ma l’innovazione è una creatura elusiva. La maggior parte dei marchi più famosi al mondo sente che c’è una grossa differenza tra gli investimenti fatti e i ritorni economici reali. Si investe in ricerca e sviluppo. Processi “alternativi” vengono implementati. Migliaia di euro e centinaia di ore vengono spese in corsi di creatività. Eppure i risultati non sembrano arrivare.

Allora cosa puoi fare? Puoi provare a guardare agli eroi della Vera Innovazione. Aziende come Google e Apple. Ma questo approccio sbagliato. Queste aziende sono grandi, consolidate e possono permettersi il lusso di correre rischi. Del resto, come ho già scritto qui, l’innovazione è sempre un rischio. Per cui, cercare di imitare questi colossi, non è la via migliore.

Un approccio più efficace, e meno pericoloso, consiste nel capire i principi fondamentali della vera innovazione. Semplici chiavi che, negli anni, si sono sempre presentate quando c’è stato qualcosa di innovativo. Chiavi che sono state usate sia da marchi enormi, sia da piccole e medie aziende che son riuscite a far la differenza nel proprio settore di mercato.

Chiave di Vera Innovazione n°1: Pause

Un errore molto comune è quello di voler forzare, a tutti i costi, l’innovazione. Cercare costantemente di produrre nuove idee e subito realizzarle.

Come spiegai anche nel mio libro “I Segreti della Creatività“, devi dare tempo al tuo inconscio di elaborare le tue idee. Per fare ciò devi prendere, ogni settimana, un po’ di tempo per staccare completamente dal lavoro e dalle tue idee innovative1)tanto non scappano. In questa pausa visita un posto nuovo. Fai attività fisica. Togliti uno sfizio. In questo modo avverranno due cose:

  1. il tuo inconscio elaborerà con calma le tue idee, selezionando le migliori ( senza che tu debba far nulla )
  2. nuove esperienze portano a nuove idee. Nuove idee portano alla vera innovazione

Aziende famose come Google e la 3M utilizzano sistematicamente questa chiave, tanto da imporla come parte integrante del lavoro2)Si, in casa Google sei obbligato a spendere parte del tuo tempo lavorativo in attività non inerenti al tuo lavoro

Chiave di Vera Innovazione n°2: Tolleranza per il Fallimento

In molti corsi di psicologia e auto-aiuto ti senti dire che “il fallimento non esiste“. Stronzate! Il fallimento esiste eccome.

Va solo interpretato nella maniera corretta. Generalmente le persone vedono il fallimento come una sconfitta. Un qualcosa di imperdonabile da cui non si può tornare.

Io invece i fallimenti li vedo sempre come delle lezioni da cui si può imparare moltissimo.

E non sono l’unico. Aziende di medio taglio come HCL Technologies, Grey e Tata Group hanno trasformato i fallimenti dei propri dipendenti come degli eventi da cui poter imparare e di cui, al tempo stesso, non vergognarsi. Mentre ci sono tantissime aziende che cercano di essere innovative a tutti i costi e che, per qualche motivo, fanno di tutto per evitare ogni forma di errore.

Perché alla fine della giornata, è facile creare tolleranza per il fallimento. Basta accettarlo come parte naturale della creatività e non far sentire stupide le persone che hanno il coraggio di buttarsi e provare a fare qualcosa di diverso.

Chiave di Vera Innovazione n°3: Ruoli Inflessibili

Uno degli ostacoli allo sviluppo delle aziende è la creazione di ruoli troppo restrittivi. Per esempio, se sei un “programmatore”, sei condannato ad essere solo “quello davanti al computer che scrive dei codici strani“. Quando dai un ruolo troppo rigido ad una persona, tendi a relegarla in un angolo e a darle ascolto solo quando viene il suo momento. “Si parla di programmazione? Allora ti ascoltiamo.” “Si parla di nuove idee? Allora non hai voce in capitolo

Aziende di fama mondiale come la Disney e aziende di medie dimensioni come la Innocent devono gran parte del proprio successo al fatto che, ogni dipendente, viene incoraggiato a partecipare in ogni progetto, anche solo per condividere delle idee. Anche in progetti in cui le sue competenze principali non sono richieste.

***

Nota bene: ci hai fatto caso? Nessuna di queste 3 chiavi include tecniche per generare idee creative. Quelle sono utili e puoi trovarle qui. Queste chiavi ti aiutano a prendere le idee e a trasformare in azione. Ed è questo di cui ha realmente bisogno un’azienda se vuole creare della vera innovazione.

Note   [ + ]

1. tanto non scappano
2. Si, in casa Google sei obbligato a spendere parte del tuo tempo lavorativo in attività non inerenti al tuo lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *